Alla ricerca di nuovi mondi

posti esauriti!

Prenotazione obbligatoria


giovedì 11 luglio

con Davide Fedele, INAF – Osservatorio Astrofisico di Arcetri e Alessandro Sozzetti, INAF – Osservatorio Astrofisico di Torino

Sono più di 4000 gli esopianeti scoperti dagli astronomi, e siamo solo all’inizio! Come si formano? Di cosa sono fatti? Possono ospitare la vita? Percorreremo insieme un viaggio che dalle origini dei sistemi planetari ci porterà alla scoperta di nuovi mondi attorno ad altre stelle della nostra Galassia. Vedremo come gli astronomi catturano la debole luce degli esopianeti per capire la loro composizione e scoprire nuovi mondi.

DAVIDE FEDELE

Si è laureato in astronomia all'Università di Padova nel 2004 ed ha conseguito il dottorato ricerca nel 2008. Durante il dottorato ha svolto un periodo di formazione allo European Southern Observatory (Germania). Dopo il dottorato ha svolto attività di ricerca presso la John Hopkins University (USA) e presso il Max Planck Institute for Extraterrestrial Physics (Germania). Dal 2016 è rientrato in Italia presso l'INAF - Osservatorio Astrofisico di Arcetri con un finanziamento del MIUR per giovani ricercatori. I suoi interessi principali sono la formazione ed evoluzione di sistemi planetari, la ricerca di esopianeti e l'astrochimica.

ALESSANDRO SOZZETTI

Si è laureato in fisica presso l'Università degli Studi di Torino nel 1997 e ha conseguito il dottorato di ricerca in fisica presso l'Università di Pittsburgh (USA) nel 2005. Ha lavorato all'estero presso lo Space Telescope Science Institute, USA e presso lo Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, USA. È Primo Ricercatore presso l'INAF - Osservatorio Astrofisico di Torino e membro del Consiglio Scientifico dell'INAF. I suoi interessi scientifici riguardano la ricerca e la caratterizzazione orbitale e fisica dei sistemi planetari extrasolari. La sua esperienza recente include ruoli di rilievo in diversi programmi da terra (HARPS-N, GIARPS, ESPRESSO) e spaziali (Gaia, TESS, PLATO, ARIEL) finalizzati alla rivelazione e caratterizzazione dei pianeti extrasolari. È stato Coordinatore del progetto europeo ETAEARTH per la caratterizzazione di sistemi planetari terrestri con Kepler e HARPS-N.