L’infanzia violenta del Sole

posti esauriti!

Prenotazione obbligatoria


martedì 23 luglio

con Francesco Fontani, INAF – Osservatorio Astrofisico di Arcetri, e Chiara Mininni, INAF – Osservatorio Astrofisico di Arcetri e Università degli Studi di Firenze

Le stelle nascono e muoiono di continuo nell’Universo. La nostra stella, il Sole, è nata circa 5 miliardi di anni fa, ha avuto un’infanzia in cui era molto diversa da come la vediamo oggi e avrà una vecchiaia in cui di nuovo cambierà radicalmente aspetto.  Sia la nascita che la morte di una stella avvengono attraverso processi che possono essere molto violenti e sconvolgere ampie porzioni dello spazio interstellare in cui si verificano, modificandolo  profondamente. Percorreremo il processo travagliato che porta alla nascita di una stella come il nostro Sole e di  centinaia di miliardi di altre stelle simili nella nostra Galassia ed oltre.

FRANCESCO FONTANI

Laureato in Fisica, ha lavorato in vari istituti internazionali tra cui l'Università di Ginevra e l'Istituto di Radioastronomia Millimetrica di Grenoble. Attualmente è astronomo all'INAF - Osservatorio Astrofisico di Arcetri. I suoi principali interessi scientifici riguardano la formazione di stelle di grande massa e la presenza nello spazio di molecole di importanza biologica.

CHIARA MININNI

Si è laureata nel 2017 in Scienze Fisiche e Astrofisiche a Firenze. Da Novembre 2017 è dottoranda dell’Università degli Studi di Firenze, svolgendo il suo lavoro di ricerca in collaborazione con l’INAF- Osservatorio Astrofisico di Arcetri nel gruppo di formazione stellare. In particolare si occupa di astrochimica in regioni di formazione di stelle di alta massa, analizzando l’emissione molecolare di regioni di formazione stellare in banda radio, grazie a strumenti come il radiotelescopio IRAM 30m e l’interferometro radio ALMA.