Siamo fatti di carne, ossa e… stelle!

posti esauriti!

Prenotazione obbligatoria


martedì 16 luglio

con Claudio Codella e Linda Podio, INAF – Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Se ognuno di noi andasse alla ricerca dei propri antenati, di generazione in generazione, fino all’origine di ogni forma di vita sulla Terra ad un certo punto dovrebbe alzare gli occhi al cielo e cercare tra le stelle. Ancora: se cercassimo di capire da dove vengono gli atomi e le molecole che formano noi, i nostri cari, gli oggetti che ci circondano, beh, partiremmo per un lungo viaggio a ritroso che ci porterebbe sulla superficie dei granelli di polvere interstellari in nubi a circa 300 gradi sotto lo zero e nelle torride fornaci all’interno di stelle decisamente più  grandi del nostro Sole. Fare astrochimica è anche questo: astronomi e chimici che uniscono il loro sapere per andare più in là. Vi invitiamo ad allacciarvi le cinture e viaggiare con noi nel tempo per cercare le origini chimiche del nostro mondo, a partire delle sedie su cui state seduti.

CLAUDIO CODELLA

Nato a Verona nel 1966, è ricercatore presso l’INAF - Osservatorio Astrofisico di Arcetri. Si occupa da decenni (sic) di formazione stellare con osservazioni a diverse lunghezze d’onda. Ha lavorato presso il Max-Planck Institut di Bonn, l’Observatorio Astronómico Nacional di Madrid, e presso gli istituti astronomici del CNR a Bologna e Roma. Esperto di astrochimica, ha intrapreso da anni, in collaborazione con istituti di ricerca francesi (IPAG, Grenoble) e giapponesi (Università di Tokio), progetti tesi allo studio della complessità fisico-chimica di regioni destinate a formare sistemi planetari, possibilmente con condizioni favorevoli per l’insorgere di forme di vita. Ricordando sempre che, come dice il poeta Capossela, “È inutile conoscere… molto meglio supporre”.

LINDA PODIO

Si è laureata in fisica all'Università La Sapienza di Roma nel 2003. Da lì è cominciato il suo viaggio nell’astrofisica prima dottorandosi a Firenze e poi continuando la sua attività di ricerca nel mondo delle stelle giovani, dei dischi protoplanetari e dell’astro-chimica a Dublino, a Groningen ed infine a Grenoble. Dal 2016 è ricercatrice all’INAF - Osservatorio Astrofisico di Arcetri e collabora con Claudio Codella e molti altri nell’ambito di progetti internazionali dedicati a comprendere l’origine della vita a partire dall’osservazione degli atomi e delle molecole nello spazio.