Raggi Cosmici

messaggeri di un universo inquieto

 

Prenotazione obbligatoria


Giovedì 7 luglio

Di e con Pasquale Blasi,  astronomo INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri  e
con Giuseppe Oliverio e Gabriele Savarese, musicisti

L’universo placido di una notte d’estate nasconde eventi che rivelano ben altre inquietudini, spesso non visibili usando la luce percepita dai nostri occhi. Morte di stelle, la caduta di materiale in enormi buchi neri sono tutti eventi cosmici che brillano di una luce strana: essi producono quelli che chiamiamo raggi cosmici. La loro esistenza è nota da oltre un secolo, ma la loro natura è ancora in parte misteriosa. Sarete guidati in una sorta di viaggio in un universo inquieto, fatto di eventi dove le leggi della fisica sono spinte agli estremi, irraggiungibili qui sulla Terra e che hanno precedenti solo nei primissimi istanti dopo il Big Bang. Questi eventi danno luogo ai raggi cosmici, una pioggia di particelle cariche elettricamente, che viaggiano a velocità molto prossime a quelle della luce e ci arrivano solo milioni e a volte miliardi di anni dopo essere state prodotte. Il loro viaggio attraverso l’universo diverrà il nostro viaggio, dalle sorgenti sino ad arrivare qui sulla Terra. Ascolteremo il messaggio trasportato dai raggi cosmici, ricostruiremo le storie che hanno da raccontarci, messaggeri di un universo turbolento che solo recentemente abbiamo imparato a comprendere.

Raggi cosmici (in pdf)

Pasquale Blasi

è un astrofisico, coordinatore del Gruppo di Astrofisica delle Alte Energie dell’Osservatorio di Arcetri e docente di Fisica dei Raggi Cosmici presso il Gran Sasso Science Institute a L'Aquila. Prima di trasferirsi a Firenze ha svolto la sua attività di ricerca presso l’università di Chicago e nel Gruppo di Astrofisica Teorica del Fermi National Accelerator Laboratory. Nel 2003 ha vinto il Premio Duggal per le sue ricerche sulla fisicadei raggi cosmici. Dal 2015 è membro della Commissione di Fisica Astro-particellare della International Union for Pure and Applied Physics.

Giuseppe Oliverio

Cantante chitarrista ritmico e compositore con lo pseudonimo di Acquaraggia, tale il nome della band fondata in Calabria ( Premio Rino Gaetano 1990 ) ma sviluppatasi in Toscana attorno ad un gruppo ben definito di musicisti. Al suo attivo 8 album dei quali il più recente Rock Covers uscito pochi mesi fa , è compilato con brani di provenienza internazionale di autori incontrati a Firenze durante le loro esibizioni nel celebre open mic del Fiddler s Elbow (ora al Joshua Tree ). Organizza inoltre, assieme alla sua Associazione Culturale Contemporary, la Bob Dylan's Week, lo scorso maggio giunta alla 5° edizione.

Gabriele Savarese

Diplomato in chitarra e successivamente in violino, si esibisce con il quintetto Rojo Porteno, le compagnie di flamenco di Sabrina Loguè, Pilar Carmona, Carmen Meloni, con la Baro Drom Orkestar (oltre 200 concerti tra Italia, Svizzera,Germania e Austria), l'orchestra 'Nuova Eventi Musicali' (Petra Magoni, Simone Cristicchi, Niccolò Fabi, Nobuo Uematsu) e con l’Orchestra Giovanile del Veneto (Lucio Dalla, Amedeo Minghi) ed in teatro; partecipa al progetto Tuscan Landscape di Riccardo Tesi e Banditaliana; con Orchestrada diretta da Claudia Bombardella è presente nel progetto transfrontaliero 'Sonata di mare', una fusione di musicisti e strumenti diversi con suoni della tradizione mediterranea.