Il cielo in bianco e nero  

 

Prenotazione obbligatoria


Martedì 12 luglio

 spettacolo teatrale di Fiamma Negri e Giusi Salis, con  Marino Giuseppe Sanchi e Stefano Bartoli 

1969, non è solo la cronaca ufficiale che racconta lo storico viaggio dell’Apollo 11. La storia cambia con gli sguardi, con i linguaggi, le culture, i desideri. Andrea ha 10 anni e il cielo è la passione che lo accompagnerà per tutta la vita, l’emozione per l’avventura e lo stupore per il mistero gli rimarranno dentro. Il suo racconto si intreccia con le parole degli astronauti, la cronaca dei reporter, con l’attesa che in tutto il mondo riunisce le famiglie intorno alla tv: un evento che cambierà il corso della storia, segnando un punto a favore di uno dei due contendenti della guerra fredda. Dopo il 16 luglio 1969, il mondo non sarà più lo stesso ma molti non se ne accorgeranno subito: pagheranno lo scotto di vivere in luoghi incontaminati, lontani anni luce dai grandi mezzi di comunicazione e dal mondo civilizzato.

Cielo in bianco e nero (pdf)

Fiamma Negri e Giusi Salis

Attrici e autrici, dal 2012 realizzano progetti di teatro civile e di scrittura che portano alla nascita di “Fa.R.M. Fabbrica dei Racconti e della Memoria”, che firma spettacoli, progetti di formazione ed eventi culturali.

Marino Giuseppe Sanchi

Attore, inizia la formazione a Milano con la LiiT e partecipa a produzioni teatrali , radiofoniche e cinematografiche.

Stefano Bartoli

Trombettista e compositore fiorentino, si diploma al Conservatorio Cherubini di Firenze e si perfeziona a Siena Jazz.